Logotipo English

Le origini.

1389

Nel tardo medio evo, questa località divenne sede di una grande tenuta da parte di una ricca famiglia di Banchieri, alleati dei Medici che fecero erigere la villa e la relativa fattoria che con il passare dei secoli è appartenuta a molte di quelle famiglie che hanno fatto nel mondo il prestigio di Firenze e della Fiorentinità fino alla metà del ventesimo secolo come i Mellini i Borromei e gi Strozzi.

1960-70

Fin dagli inizi degli anni sessanta sotto la conduzione di Alberto, la fattoria abbandona la vecchia forma di coltivazione promiscua del terreno per dedicarsi alla monocoltura della vigna, reimpiantando tutti i vigneti. L’obiettivo di Alberto era quello di iniziare a produrre e commercializzare vino di alta qualità imbottigliato.

1990

Negli anni 90 dopo la morte di Alberto Palombo, il figlio Antonio decide di abbandonare la giacca e la cravatta e dedicarsi totalmente all’azienda e alla produzione di vino. Dal 1996 Antonio inizia un lavoro di completo rifacimento delle vigne e delle cantine conclusosi nel 2006.

Today

Oggi Luiano è un’azienda dinamica a conduzione familiare, fortemente incentrata sulla produzione di vini di buon senso. Alessandro e sua sorella Felicia continuano a coltivare la passione tramandata dal nonno e dal padre.

IL NOME LUIANO DERIVA DA…

In latino Lucus Iani significa Bosco di Giano, una leggenda popolana voleva che nella foresta, dove adesso si trova l’azienda, avesse dimora il Dio Giano Bifronte, in suo onore la foresta che va dalla Greve alla val dipesa, ha preso il nome di Luiano.

1959

Nel 1959 Alberto Palombo, membro di una famiglia di antiche tradizioni nel commercio di stoffe e tessuti, si trasferì da Napoli assieme alla moglie Licia per proseguire nella tradizione di Viticultura ed Enologia che ha caratterizzato la storia di Luiano.

1980

1980 Luiano sbarca in America ...e oltre Nel 1980 nasce il rapporto fra Mister Hubert Opici e Alberto Palombo, un legame che ancora oggi continua tramandato dai rispettivi nipoti. Fu così che le prime bottiglie di Luiano furono esportate in America. Ben presto la diffusione del vino di Luiano all’estero incrementò raggiungendo nuovi mercati (Svizzera, Francia, Inghilterra, Germania, Danimarca), fino ai giorni d’oggi con il nostro vino disponibile da Tokyo fino a San Francisco ed importato in più di 30 paesi

2000

Nel 2003 la 3° generazione segue le orme dei predecessori, anche Alessandro Palombo lascia giacca e cravatta per dedicarsi all’azienda di famiglia apportando novità.

Continua...

Guarda la galleria.